Percorso:ANSA > In Viaggio > News > Romantica Tahiti, appuntamento con Venere

Romantica Tahiti, appuntamento con Venere

A giugno il pianeta dell'amore transiterà davanti al Sole, il prossimo passaggio nel 2117

26 aprile, 14:45
A Tahiti a giugno e' visibile il transito di Venere davanti al Sole (Foto: Tahiti Tourisme/Philippe Bacchet) A Tahiti a giugno e' visibile il transito di Venere davanti al Sole (Foto: Tahiti Tourisme/Philippe Bacchet)

Quest'anno dal punto di vista “cosmico” è davvero un anno speciale, occasione per viaggi piuttosto unici. Non solo l'eccezionale attività solare che ha dato luogo a frequenti aurore boreali nei Paesi a ridosso del circolo polare artico o l'eclissi totale di sole che dà appuntamento in Australia a novembre, ma anche l'ultimo transito di questo secolo di Venere davanti al Sole. Per ammirarlo una meta speciale è la Polinesia francese, ma occorre approfittare di un last minute perché l'appuntamento col cielo è all'inizio di giugno.

Già meta da sogno per le coppie di innamorati, Tahiti e le altre isole della Polinesia francese sarà al centro di un evento che può essere l'occasione per una fuga oltreoceano in due. Il 5 giugno il Sud del Pacifico sarà il miglior punto di osservazione per l'evento cosmico che ha come protagonista il pianeta dell'amore: Venere per l'ultima volta in questo secolo transiterà davanti al Sole. Si tratta, come si legge sul sito della Nasa (dove è anche disponibile una mappa che mostra dove e quando ci sarà il passaggio), di uno dei fenomeni astronomici più rari, che non si ripeterà prima del 2117.

Thaiti e le altre isole della Polinesia francese si trovano nella porzione di globo in cui il transito del pianeta sarà visibile tutta la sua durata. L'evento sarà festeggiato con numerose iniziative a tema anche se già di per sé la magia delle lagune, del mare, della sabbia scura, avranno un effetto indimenticabile sui visitatori.

In programma ci sono serate di osservazione del cielo a cura della Société Astronomique de Tahiti, una regata di piroghe tradizionali nel giorno del transito, le sensuali danze dei polinesiani. Dal 15 maggio al 24 agosto il Museo di Tahiti ospita la mostra “Les voyages de James Cook: iconographie, récits de voyages et découvertes scientifiques”, durante la quale saranno esposti documenti legati all'esploratore britannico. Al Municipio di Papeete invece ci sarà una mostra dedicata al Sistema Solare e un planetario per i bambini. Senza tralasciare l'aspetto scientifico dell'evento: dal 4 al 9 giugno a Tahiti si riuniranno 250 ricercatori da tutto il mondo – compresi quattro premi Nobel – per il simposio internazionale “CompStar: physics and astrophysics of compact stars”.

Ai turisti non resta che abbandonarsi sulle spiagge incontaminate e godersi l'atmosfera, meno scientifica, ma sicuramente suggestiva dell'evento. Thaiti è anche una destinazione simbolica per questo transito: il fenomeno non era infatti visibile in queste isole dal lontano 1769, anno in cui l'esploratore britannico James Cook si recò in Polinesia francese proprio per documentare il passaggio cosmico. Cook ammirò il pianeta su Pointe Venus, oggi centro internazionale per commemorazione storica e gli scambi scientifici e culturali sul transito di Venere.

Informazioni: www.venus-tahiti2012.org.pf e http://tahiti-tourisme.it.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA